Testimonianze

"Ho realizzato il tuo sogno, amica mia, sono venuta in Africa. Sono venuta a vedere come la tua storia prosegue qui. Il tuo nome è ora inciso sui muri della grande cisterna d'acqua, e all'entrata delle aule scolastiche di Kijiwetanga, in Kenya. Sono aule con un pavimento e un tetto, finalmente; con una lavagna e dei banchi. A fianco del tuo nome è scritto infatti "asante sana, tante grazie". Mi è meno doloroso salutarti qui sapendo che questi muri a tuo nome raccolgono ogni giorno le voci di tanti bambini, ragazzi e maestri. Qui il tuo sorriso sguscia fra i banchi e accompagna le loro lezioni. Tu resti. Proprio in questa terra difficile e sorprendente, dove la lotta per la vita è la sfida di ogni giorno."

Raffaella Cuccia
"L'area di Kanduti e Kalulu è chiamata "Valle Dimenticata" dai suoi stessi abitanti; è difficile accedervi, non ci sono centri sanitari vicini e, soprattutto, non c'è acqua perché le piogge sono scarsissime durante tutto l'anno. Per molto tempo gli abitanti hanno scavato buche nel terreno per arrivare dove l'acqua c'è, anche fino a 10 metri di profondità. In queste condizioni si pensa solo alla sopravvivenza e si corrono pericoli enormi: si usa acqua contaminata, si rischia di cadere nelle buche scavate e di rimanere sepolti da un crollo delle loro pareti. Finche' un giorno le comunità di Kanduti e Kalulu hanno deciso di rivolgersi ad Amref, che conoscevano perché aveva già portato acqua ad alcune comunità vicine. Dopo i sopralluoghi, i tecnici di Amref hanno individuato la soluzione: la costruzione di una diga di sabbia al centro della valle che, nelle brevi stagioni delle piogge, si trasforma nel letto di un fiume stagionale.

Leggi tutto

Anonimo
RICHIEDI INFORMAZIONI